La risposta europea politically correct al braccialetto di Amazon

In questi giorni ha suscitato molte polemiche ed accese discussioni a tutti i livelli il brevetto rilasciato ad Amazon, l’ormai famoso “braccialetto di Amazon”.

Esiste un Brevetto europeo, made in Italy,  che si pone come alternativa “politically correct” al braccialetto di Amazon. 

Se rilevare con un braccialetto l’azione di un operatore è invasivo per la sua privacy ed i diritti del lavoratore, misurare le azioni che vengono prodotte sull’oggetto è la chiave di volta: il brevetto torinese frutto della creatività di un ingegnere aerospaziale non impatta sulla privacy del lavoratore soddisfacendo l’esigenza di efficienza produttiva dell’azienda moderna.

L’azienda di Persone grazie all’Internet delle Cose

Nasce dieci anni fa la visione di tre amici, un ingegnere aerospaziale, un funzionario ed un informatico che hanno unito gli sforzi per trovare l’anello di giunzione fra necessità produttive in evoluzione e qualità di vita reale dell’uomo “ottimizzare i processi di lavoro ha permesso ai paesi avanzati di ridurre l’orario di lavoro: la Germania lavora 36 ore a settimana, dimostrando che efficienza ed efficacia realizzano spazio e tempo per l’uomo”.

Visione o premonizione, il brevetto ricalca perfettamente i concetti che 10 anni dopo costituiscono l’IOT: un Internet delle Cose che mira a semplificare, ottimizzare, restituire produttività attraverso efficacia ed efficienza a 360°. Il punto di incontro fra le necessità dell’azienda di oggi e di sostenibilità per il nostro mondo futuro. Redditività e spazio di vita unite dall’IOT.

Un semplice sensore accelerometrico da smartphone permette di monitorare, analizzare e organizzare al meglio le azioni rivelandole dal punto di vista dell’oggetto lavorato, senza contatto con il lavoratore, per ridurre sprechi e tempi necessari operativi: un recupero di efficienza produttiva che moltiplica la redditività e permette di restituire tempo e qualità di vita alle persone.

European Patent N° EP 2 350 987 B1 : system for detecting and quantifying activities performed in working and manufacturing processes. 

Basato su rilevazione accelerometrica/vibrazionale preleva l’azione dall’oggetto lavorato (non impattando sull’operatore) e permette il pilotaggio in tempo reale dell’azione attraverso il riconoscimento di pattern, grazie ai quali può eseguire analisi automatiche (AI). 

Si misurano così le azioni che vengono prodotte sull’oggetto non impattando sulla privacy del lavoratore ma soddisfacendo l’esigenza di efficienza produttiva dell’azienda moderna. Ecco la risposta  made in Italy, politically correct, al braccialetto di Amazon!

ARTICOLI CORRELATI:

Cos’è Timengine

Come Funziona

 

 

 

Agevolazioni Fiscali

Timengine è coperto da Brevetto Europeo di Invenzione Industriale.

Acquistandolo, l’Azienda può accedere alle elevate agevolazioni fiscali garantite dal Patent box, (decreto-legge 50 del 24.04.2017), un regime opzionale di tassazione agevolata per i redditi che derivano dall’utilizzo di opere dell’ingegno, come i brevetti Europei di Invenzione Industriale.

Ecco un estratto dalla pagina del Ministero dello sviluppo Economico

Patent box: tassazione agevolata sui redditi derivanti dalle opere di ingegno

“Il decreto “Patent Box” introduce un regime opzionale di tassazione per i redditi derivanti dall’utilizzo di opere dell’ingegno, di brevetti industriali, di marchi, di disegni e modelli, nonché di processi, formule e informazioni relativi ad esperienze acquisite nel campo industriale, commerciale o scientifico giuridicamente tutelabili.

Possono esercitare l’opzione i soggetti titolari di reddito d’impresa, indipendentemente dal tipo di contabilità adottata e dal titolo giuridico in virtù del quale avviene l’utilizzo dei beni. (…)”

 

Tra gli obiettivi del regime:

rendere il mercato italiano maggiormente attrattivo per gli investimenti nazionali ed esteri di lungo termine (…) e favorire l’investimento in attività di ricerca e sviluppo.

Sono state introdotte alcune modifiche alla normativa del Patent Box con la Manovra Correttiva 2017. Una sintesi è consultabile su questo articolo di GuidaFisco. Qui il testo integrale del Decreto Legge sulla Gazzetta Ufficiale del 24/04/2017

 

 

Come funziona

ACCELEROM_2

Si basa sull’utilizzo di sensori accelerometrici/di vibrazione: il rilevatore collocato sul lavorato raccoglie in tempo reale il feedback dell’azione prodotta dall’operatore. La campionatura viene inviata in remoto ad un sistema di analisi che quantifica e qualifica l’azione prodotta. Il grado di accuratezza è scelto in funzione dell’utilizzo e il sistema non ha limiti di sensibilità.

Le applicazioni sono molteplici e modulabili a piacimento: ad esempio i sensori possono essere utilizzati in serie, per una rilevazione contemporanea sullo stesso lavorato o su postazioni differenti.

 

I vantaggi

  • Il sistema non si limita a leggere il prima e il dopo, ma vede all’interno della finestra temporale di lavoro, laddove sistemi di timbratura non possono, per analizzare in modo scientifico l’azione svolta: tempi, tipo di azione svolta (manuale, automatica), suddivisione per classi di azione, sono solo una minima parte delle analisi realizzabili.
  • Lavora autonomamente in tempo reale evidenziando le aree di miglioramento, pilotando azioni correttive immediate, prima ancora che il processo sia concluso, per ottimizzare l’efficienza di un processo di lavoro o di una singola fase durante il lavoro stesso; complemento indispensabile al monitoraggio della produzione.
  • E’ utilizzabile in qualsiasi contesto (da grandi contesti industriali a piccoli artigiani)
  • E’ modulabile a piacere e concettualmente molto semplice.
  • Integrabile in qualunque sistema gestionale.
  • Fornisce un utile complemento nella trattativa con il cliente finale.
  • Non monitora direttamente l’operatore ma bensì l’effetto della sua azione (a tutto vantaggio della privacy).